Pensioni, il Pd propone l'aumento ma le idee sono confuse

27.03.2008 11:35

di Fabio Sebastiani

su Liberazione del 26/03/2008

Veltroni cambia tono alla campagna elettorale

Aumenti, già da luglio 2008, e per tutti i pensionati, basta che non superino il reddito di 55 mila euro l'anno. Il Pd cerca di stupire tutti agganciando un tema che fino a questo punto della campagna elettorale era stato un po' in ombra, quello dei redditi dei pensionati e delle pensionate. Un tema caldo, che porta molti voti, certo, ma sul quale non si può sbagliare di una virgola. Chi tutti i mesi incassa l'assegno dell'Inps i conti se li sa fare. E il primo conto che non torna è, perché aspettare luglio 2008?
«Ho fatto il sindacalista per tanto tempo e vale il detto "pochi, maledetti e subito"», commenta a caldo il candidato premier della "Sinistra, l'Arcobaleno" Fausto Bertinotti. «Il governo Prodi poteva già averlo fatto, tanto più che c'era un ministro del Lavoro del Pd». Bertinotti oppone a quella del Pd la proposta di Sa: una soglia minima di 800 euro e un sistema di indicizzazioni più efficace per garantire la tutela del potere d'acquisto. «I miglioramenti non sono mai da rifiutare - conclude - mi chiedo però perchè non sono stati fatti fino ad ora».
Tornando alla proposta del Pd, l'importo più alto di quella che comunque rimane una detrazione fiscale è di 400 euro in media l'anno e riguarda gli assegni fino a circa duemila euro al mese, mentre per quelle più alte (tra i 25 mila euro e i 55 mila annui) l'incremento oscilla tra i 250 e i 100 euro. La proposta dunque non tocca le pensioni cosiddette minime (quelle sotto gli 8mila euro l'anno e già interessate dalla quattordicesima prevista dal governo Prodi). Il pacchetto previdenza del Partito democratico costa complessivamente circa 2,5 miliardi euro l'anno. Le detrazioni previste salgono in funzione dell'età anagrafica e la copertura sarà presa dal tesoretto. «Sulle pensioni, così come per il reddito minimo, il Pd fa solo demagogia perchè senza idee», afferma Maurizio Zipponi, candidato per la "Sinistra, l'Arcobaleno in Lombardia. «Il protocollo sul welfare approvato a dicembre - dice il deputato del Prc - prevede già un obiettivo di garanzia che stabilisce il riconoscimento del 65% dell'ultimo stipendio a fronte dell'attuale 40%. Le risorse per sostenerlo non possono che essere trovate nell'equilibrio dei fondi pensionistici dove ci sono i privilegi a partire dalla "Cassa dirigenti" perennemente in passivo e sostenuta da chi prende pensioni di 500euro al mese». «La Sinistra Arcobaleno, pertanto, propone due soluzioni praticabili - aggiunge Zipponi - la prima è garantire con il sistema contributivo il 65% dell'ultimo stipendio come prevede la legge e portare le minime a 800 euro al mese. La seconda è stabilire un adeguamento annuale automatico delle pensioni legate all'andamento salari. Altre formule - conclude - sono pura fantasia che non intervengono sulla sostanza».
All'accordo sul Welfare del luglio scorso si richiama anche Morena Piccinini, della segreteria nazionale della Cgil. Piccinini chiede il rispetto dell'accordo e boccia la proposta di eliminare l'adeguamento dell'1,5% delle pensioni liquidate con il sistema contributivo. «Non condivido - spiega - una logica secondo la quale si propone di aumentare le pensioni vecchie a scapito di quelle che devono essere ancora liquidate».
A giudicare positivamente la proposta di Veltroni è, invece, il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani. «La leva fiscale è lo strumento giusto per intervenire - spiega Epifani in una nota - e pensiamo debba essere usato per incrementare tanto le pensioni quanto i redditi da lavoro dipendente. È questo l'intervento corretto piuttosto che la detassazione degli straordinari. Questi, del resto, erano i termini del confronto che il sindacato aveva avviato con il governo Prodi e sarebbe proseguito su queste linee se non fossero sopravvenute la crisi di governo e le elezioni anticipate».
Il centrodestra, infine, che ha reagito con una raffica di critiche, pare colpito nel vivo. «Il problema numero uno è quello di adeguare le pensioni ai prezzi, al carovita, a partire dalle basse», scandisce Berlusconi. Anche Gianfranco Fini interviene per sottolineare come quando il centrodestra era al governo «furono poco meno di 2 milioni i pensionati che videro aumentare le pensioni minime a 516 euro, quindi fatti concerti, non solo impegni».

Contatti

Prc Jesi, Circolo Karl Marx

prcjesi@libero.it , prcjesi@gmail.com

Via Giacomo Acqua 3,
60035 Jesi (AN)

TEL-FAX 0731-56776

Cerca nel sito

L'immagine “https://img231.imageshack.us/img231/4756/compagnorifpt3.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

 

L'immagine “https://esserecomunisti.it/dati/ContentManager/images/Memoria%20storica/controrazzismo163.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Appello contro un nuovo razzismo di massa.

Adesioni: razzismodimassa@gmail.com

 

link al testo dell'appello

 

L'immagine “https://liberazione.it/GONPDF/2008/06/06/RM0606-PUB02-9.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

 
La Crisi energetica ed ecologica
leggi e firma l'appello:
 
www.energiaperilfuturo.it/
 
Download Day - Italian

  Comitato verità e giustizia per Genova:
 
Scarica e invia al sito della presidenza della Reupubblica https://servizi.quirinale.it/webmail/ ll'appello a Napolitano perché non firmi il decreto. Il testo in fondo all'articolo

home.rifondazione.it/xisttest/content/view/2637/314/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Comitato verità e giustizia per Genova:
 
Scarica e invia al sito della presidenza della Reupubblica https://servizi.quirinale.it/webmail/ ll'appello a Napolitano perché non firmi il decreto. Il testo in fondo all'articolo

© 2008 All rights reserved.

Crea un sito web gratisWebnode